Spedizione Gratuita per ordini pari o superiori a 39,90 €

Allergie, come trattarle

Allergie, come trattarle

Le allergie colpiscono una fetta sempre più ampia della popolazione. Conoscerle e sapersi difendere è importante.

Le allergie sono una risposta anomala del sistema immunitario che riconosce come dannose e attacca sostanze che in realtà non lo sono, liberando per difesa l’istamina e altre sostanze attive che causano i disturbi caratteristici (rinorrea, gonfiore della laringe, lacrimazione, orticaria, difficoltà respiratorie ecc.).

In particolare in primavera, con l’esplosione di fioriture di alberi e piante, inizia un periodo di vero tormento per chi soffre di pollinosi, ossia allergia ad alcuni tipi di pollini.

I pollini, infatti, depositandosi tramite la respirazione sulle mucose delle vie aeree generano nei soggetti sensibili una reazione spropositata del sistema immunitario che li aggredisce come se fossero nemici pericolosissimi.

Prevenire l’insorgenza delle allergie stagionali non è semplice poiché non si può fermare il trascorrere delle stagioni e richiede, in primis, una diagnosi certa. Quindi, prima della stagione critica, bisogna sottoporsi ai test da un allergologo per sapere con precisione a quali pollini si è allergici.

L’arma più preziosa per chi soffre di pollinosi, infatti, è il calendario delle fioriture, che rivela le concentrazioni di pollini nell’aria nei vari periodi e nelle differenti zone. Oggigiorno vi sono anche varie App per smartphone con questa funzione, da poter consultare in tempo reale per agire preventivamente.

Appurati quali siano i periodi di maggior rischio, bisogna cercare di limitare il più possibile l’esposizione agli allergeni, a tal fine è utile:

● Effettuare il ricambio d’aria negli ambienti solo al mattino presto e in serata, tenendo chiuse le finestre nelle ore più calde della giornata;

● Rinfrescare gli ambienti con condizionatori, umidificatori e aeratori, pulendo regolarmente i filtri e effettuando le periodiche visite di manutenzione;

● Pulire quotidianamente la casa con l’aspirapolvere, possibilmente con filtro certificato HEPA;

● Spolverare i mobili con un panno umido così da rimuovere e non sollevare polvere e polline;

● Non fumare e non esporsi al fumo passivo, poiché predisponente alle allergie;

● Ridurre la permanenza all’aperto, specialmente nelle giornate secche e ventose;

● All’esterno adoperare degli occhiali da sole, preferibilmente avvolgenti, per proteggere gli occhi;

● Rientrati a casa farsi la doccia e cambiarsi i vestiti, così da rimuovere eventuali pollini da dosso.

Se nonostante queste abitudini preventive doveste ugualmente essere colti dai fastidiosi sintomi dell’allergia ai pollini, consultate il vostro medico per farvi prescrivere il trattamento più idoneo.

Avete dubbi o curiosità su questo argomento? Contattateci o veniteci a trovare in sede, lo staff della Farmacia Capizzi sarà lieto di rispondere a tutte le vostre domande!

Lascia un Commento